Il Piano

Next Generation EU (NGEU) è un piano da € 750 miliardi che ha l’obiettivo di rilanciare l’economia europea dopo la pandemia di COVID-19 e di renderla più verde e digitale.

Il PNRR contribuirà allo sviluppo del Paese generando una crescita economica sostenibile ed inclusiva. L’impatto del programma in termini di maggiore PIL reale è compreso tra il 12,7 per cento e il 14,5 per cento nell’arco dei sei anni del piano.

Nell’ambito del PNRR gli enti locali sono uno dei Soggetto Attuatori individuati dall’art. 9 DL 77/2021 degli interventi finanziati con la responsabilità di avviare delle attività di progetto finanziato, individuare attraverso procedure di affidamento i soggetti realizzatori come fornitori e professionisti. Gli enti locali, anche in forma aggregata per alcune misure, possono essere coinvolti nel piano come titolari di specifiche progettualità (attuatori/beneficiari), afferenti materie di competenza istituzionale ed essere responsabili per la loro concreta realizzazione (es. asili nido, progetti di rigenerazione urbana, edilizia scolastica, interventi per il sociale). Inoltre, gli enti locali possono essere chiamati a partecipare a iniziative finanziate dall’Amministrazione centrale che destinano agli Enti locali risorse per realizzare progetti specifici che contribuiscono all’obiettivo nazionale (es. in materia di digitalizzazione).

Per un approfondimento, consultare il documento https://italiadomani.gov.it/content/dam/sogei-ng/documenti/COMUNI%20E%20LE%20CITT%C3%80%20NEL%20PNRR.pptx