Indietro

Potenziamento dei nodi ferroviari metropolitani e dei collegamenti nazionali chiave

Qual è l’obiettivo dell’investimento?

La misura ha lo scopo di migliorare la mobilità nelle grandi città e nelle aree urbane di medie dimensioni attraverso servizi di viaggio a medio raggio caratterizzati da velocità e comfort, anche grazie alla creazione di collegamenti "regionali veloci". Il fine ultimo è quello di rendere il trasporto su rotaia più conveniente e quindi competitivo rispetto all'uso dell'auto privata, aumentando l'accessibilità e l'interscambio tra le stazioni ferroviarie e le metropolitane

Costo totale dell'investimento 2,97 mld
  • Giovani
  • Riduzione del divario di cittadinanza
  • Parità di genere
Dettagli aggiuntivi

Gli interventi previsti riguardano diverse zone del Paese, soprattutto le aree di confine, ad esempio il rafforzamento dei collegamenti con i valichi svizzeri sulla Liguria-Alpi, le dorsali centrali e le vie di accesso ai porti, in particolare nelle regioni del Sud.
L'investimento consiste nel potenziamento di 1.280 chilometri di tratte ferroviarie realizzate su 12 nodi di città metropolitane e dei principali collegamenti nazionali, in partiocolare: Liguria-Alpi, Trasversale, Bologna-Venezia-Trieste/Udine, Centro e Nord Tirreno, Adriatico-Ionico, Sud Collegamento tirrenico, rete siciliana, rete sarda.

Quali sono i benefici?

Migliorare la mobilità su tutto il territorio per:
  • Spostamenti pubblici più efficienti e veloci
  • Aria più pulita per la diminuzione delle emissioni causate dall’utilizzo delle automobili private
  • Più attrattività del territorio per i turisti
  • Più facilità di spostamento per motivi di lavoro
  • Incoraggiamento all'imprenditoria femminile

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali