Qual è l’obiettivo dell’investimento?

L'investimento mira a sostenere lo sviluppo economico e sociale dei tanti piccoli Borghi italiani, centri storici che offrono un enorme potenziale grazie al patrimonio culturale, alla storia e alle tradizioni che li caratterizzano. Verrà sviluppato un modello per orientare il turismo verso flussi più sostenibili promuovendo le visite verso luoghi meno conosciuti.

Costo totale dell'investimento 1,02 mld
  • Riduzione del divario di cittadinanza
  • Giovani
Dettagli aggiuntivi

Tale investimento è integrato nel “Piano Nazionale Borghi”, un programma volto a sostenere lo sviluppo economico e sociale delle aree più lontante dai grandi centri urbani, basato sulla rigenerazione culturale dei piccoli centri e sul rilancio del turismo. Le azioni sono strutturate intorno a progetti culturali integrati a livello locale.
Le misure si concentreranno su:

  • ripristino del patrimonio storico, riqualificazione degli spazi pubblici aperti (es. abbattimento barriere architettoniche, miglioramento arredo urbano), realizzazione di piccoli servizi culturali, anche a fini turistici;
  • sarà incoraggiata la creazione e la promozione di nuovi percorsi storici, tematici e visite guidate;
  • l'introduzione di un sostegno finanziario ad attività culturali, creative, turistiche, commerciali, agroalimentari e artigianali, finalizzate a rivitalizzare le economie locali valorizzando i prodotti, le conoscenze e le tecniche locali.

Al fine di garantire che la misura sia conforme alla Guida tecnica "Non fare danni significativi" (2021/C58/01), i criteri di ammissibilità contenuti nei termini di riferimento per i prossimi inviti a presentare progetti escludono il seguente elenco di attività:

  • attività relative ai combustibili fossili, compreso l'uso a valle della filiera;
  • attività nell'ambito dell'Emission Trading System (ETS) dell'UE che conseguono emissioni di gas a effetto serra previste non inferiori ai parametri di riferimento pertinenti;
  • attività relative a discariche di rifiuti, inceneritori e impianti di trattamento meccanico biologico;
  • attività in cui lo smaltimento a lungo termine dei rifiuti può causare danni all'ambiente.

Il capitolato d'oneri richiede inoltre che siano selezionate solo le attività conformi alla pertinente legislazione ambientale dell'UE e nazionale.

Quali sono i benefici?

L'importante patrimonio culturale presente nei borghi verrà sostenuto grazie a:
  • Recupero e valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale, salvaguardando l’identità dei luoghi e il valore dei paesaggi storici con la creazione del “Piano Nazionale Borghi”
  • Riorganizzazione delle piccole infrastrutture e delle attività culturali
  • Riqualificazione degli spazi pubblici per rimuovere le barriere che precludono l’accesso alle persone con disabilità
  • Miglioramento del coordinamento e della gestione dei servizi culturali promuovendo la creazione di reti, l’utilizzo della tecnologia e nuovi itinerari tematici, percorsi storici e visite guidate
  • Un sostegno finanziario per le attività commerciali e culturali che valorizzano i prodotti, i saperi e le tecniche del territorio

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali