Indietro

Casa come primo luogo di cura, assistenza domiciliare e telemedicina

Qual è l’obiettivo dell’investimento?

La misura mira a migliorare l'assistenza delle persone affette da patologie croniche, con particolare attenzione verso gli over 65. Questo obiettivo primario si collega ad altri tre obiettivi complementari: aumentare il numero dei pazienti assistiti nelle proprie abitazioni incrementandolo a oltre un milione e mezzo entro il 2026; realizzare un nuovo modello organizzativo, con la creazione delle Centrali operative territoriali, al fine di assicurare la continuità, l'accessibilità e l'integrazione della cura sanitaria; promuovere e finanziare lo sviluppo di nuovi progetti di telemedicina per l'assistenza a distanza da parte dei sistemi sanitari regionali. 

Costo totale dell'investimento 4 mld
  • Riduzione del divario di cittadinanza
  • Parità di genere
Dettagli aggiuntivi

L'investimento consiste nell'adozione su larga scala di soluzioni di telemedicina e nel sostegno all'innovazione sanitaria, attraverso le seguenti misure:
• L'assistenza domiciliare come primo punto di assistenza: aumentare il numero di persone trattate nell'assistenza domiciliare al 10% della popolazione over 65 grazie a investimenti in hardware e maggiore erogazione di servizi.
• Centri Territoriali di Coordinamento: costituire 602 Centri Territoriali di Coordinamento con  lo scopo di collegare e coordinare i diversi servizi territoriali, socio-sanitari e ospedalieri, nonché la rete emergenza-urgenza. I Centri Territoriali di Coordinamento sono tenuti a garantire il controllo remoto dei dispositivi forniti ai pazienti, supportare lo scambio di informazioni tra gli operatori sanitari e costituire un punto di riferimento per i caregiver e le esigenze dei pazienti.
• Telemedicina per supportare al meglio i pazienti con malattie croniche: finanziare progetti che consentano interazioni a distanza medico-paziente, in particolare diagnostica e monitoraggio; creare una piattaforma nazionale per lo screening della telemedicina; finanziare iniziative di ricerca ad hoc sulle tecnologie digitali per la salute e l'assistenza.
Ulteriori interventi legati all'assistenza domiciliare sono elencati nella Componente 2 della Missione 5, in particolare le Riforme 1 e 2 e i relativi investimenti.

Quali sono i benefici?

Una cura del paziente sempre più domiciliare che garantirà:
  • Minor peso delle cure ospedalieri
  • L'introduzione di 602 Centrali Operative Territoriali (1 ogni mille abitanti) e la telemedicina
  • Un lavoro più smart per medici e operatori sanitari
  • Digitalizzazione di tutto il sistema di cura
  • Assistenza domiciliare soprattutto per la popolazione con più di 65 anni

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali