Indietro

Ecobonus e Sismabonus fino al 110% per l'efficienza energetica e la sicurezza degli edifici

Qual è l’obiettivo dell’investimento?

Finanziare la ristrutturazione energetica e sismica degli edifici residenziali, compresa l'edilizia sociale, per favorire le riqualificazioni profonde e la trasformazione in “edifici ad energia quasi zero” (nZEB) del parco immobiliare nazionale. 

Per questo investimento sono previsti ulteriori 4,56 miliardi di euro finanziati dal Piano Complementare.

Costo totale dell'investimento 13,95 mld
  • Giovani
  • Parità di genere
Dettagli aggiuntivi

Gli edifici italiani rappresentano quasi la metà dei consumi energetici del Paese e la maggior parte è stata realizzata prima dell’adozione dei criteri per il risparmio energetico e della relativa normativa. Per raggiungere la decarbonizzazione completa del settore civile prevista per il 2050 dalla Long Term Strategy e dalla Renovation wave, è necessario quindi promuovere la rapida conversione energetica del parco immobiliare. Il Superbonus 110% è una misura per finanziare la ristrutturazione energetica e sismica degli edifici residenziali, compresa l'edilizia sociale. Il sostegno è previsto sotto forma di detrazione fiscale, posticipata di 5 anni (4 anni per le spese sostenute dal 2022), a favore del soggetto che effettua l'intervento. Questo strumento stimola le economie locali e  i posti di lavoro persi e include numerosi interventi, quali soluzioni per l’isolamento, infissi efficienti, sostituzione di sistemi di riscaldamento e condizionamento e installazione di impianti per la generazione di energia rinnovabile.
Gli investimenti consentiranno la ristrutturazione di oltre 100.000 edifici a regime, per una superficie totale riqualificata di oltre 36 milioni di mq (di cui 3,8 milioni anti-sismica). Il risparmio energetico atteso è di circa 191 Ktep/anno con una riduzione delle emissioni di gas serra di circa 667 KtonCO2/anno.

Quali sono i benefici?

  • Detrazione fiscale pari al 110% delle spese sostenute da chi effettua ristrutturazioni energetiche e antisismiche degli edifici residenziali;
  • Ristrutturazione, a regime, di oltre 100.000 edifici, per un totale di oltre 36 milioni di mq riqualificati;
  • Risparmio energetico stimato pari a circa 191 Ktep/anno, con una riduzione delle emissioni di gas serra di circa 667 KtonCO2/anno
  • Rilancio delle economie locali e creazione di posti di lavoro nell’edilizia e nella produzione di beni e servizi per le abitazioni

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali