Indietro

Interventi socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno a sostegno del Terzo Settore

Qual è l’obiettivo dell’investimento?

L'investimento mira a sostenere progetti e iniziative degli operatori del Terzo Settore nelle Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia), migliorando l'offerta pubblica di servizi socioeducativi rivolti ai minori (0-6 anni e 5-10 anni) e ai giovani (11-17 anni) svantaggiati e alle loro famiglie per contrastare la dispersione e l'abbandono scolastico, portando avanti i valori di coesione e inclusione sociale. 

Costo totale dell'investimento 220 mln
  • Riduzione del divario di cittadinanza
  • Parità di genere
Dettagli aggiuntivi

La misura nasce per contrastare la povertà educativa delle Regioni del Sud attraverso il potenziamento dei servizi socioeducativi per i minori, finanziando iniziative del terzo settore, con specifico riferimento ai servizi assistenziali nella fascia 0-6 anni e a quelli di contrasto alla dispersione scolastica e di miglioramento dell’offerta educativa nella fascia 5-10 e 11-17.
La misura intende attivare specifiche progetti di enti del terzo settore finalizzate a coinvolgere fino a 50.000 minori che versano in situazione di disagio o a rischio devianza.
Protocolli con le Fondazioni del Terzo Settore già attive nelle Regioni del Mezzogiorno per i progetti da finanziare, i metodi di valutazione, la selezione e il monitoraggio al fine di assicurare la trasparenza e il migliore utilizzo delle risorse. 

Quali sono i benefici?

Interventi socio-educativi per il Sud garantiranno:
  • Sostegno al Terzo Settore
  • Inclusione e coesione della popolazione più emerginata
  • Servizi socioeducativi per minori
  • Lotta alla dispersione scolastica

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali