Qual è l’obiettivo dell’investimento?

Migliorare i collegamenti ferroviari del Nord per potenziare i servizi di trasporto secondo una logica intermodale e stabilire connessioni efficaci con il sistema dei porti. Realizzando 180 km di linee ad Alta Velocità sulle tratte Brescia-Verona-Vicenza, Liguria-Alpi e Verona-Brennero si aumenterà il traffico su rotaia e garantirà il trasferimento modale dalla strada alla ferrovia, in caso di interferenze, anche nel commercio transfrontaliero.

Costo totale dell'investimento 8,57 mld
  • Giovani
  • Riduzione del divario di cittadinanza
  • Parità di genere
Dettagll aggiuntivi

L'avanzamento infrastrutturale dei treni ad alta velocità terrà conto del rispetto ambientale dei territori. La valutazione e l'autorizzazione di ciascun progetto e investimento rilevante, quindi, dovrà rispettare tutte le regole e le procedure di cui agli articoli 6.3 e 6.4 della Direttiva UE 92/43/CEE e seguire le linee guida nazionali per la Valutazione d'Impatto pubblicate nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana N °303 del 28 dicembre 2019.
Si prevede, inoltre, che questa misura non arrechi danni significativi agli obiettivi ambientali ai sensi dell'articolo 17 del regolamento (UE) 2020/852, tenendo conto della descrizione della misura e delle misure di attenuazione stabilite nel piano di risanamento e resilienza in conformità con la Guida tecnica DNSH (2021/C58/01) e le tappe fondamentali e gli obiettivi che l'Italia deve raggiungere.
La tratta Rho-Parabiago sarà subordinata ad una Valutazione di Impatto Ambientale positiva che abbia pienamente rispettato i criteri di legge, incorporando integralmente ogni risultato e condizione della VIA, se richiesta per conseguire la conformità alla Guida Tecnica DNSH (2021 /C58/01). La VIA è pubblicata e completata in conformità alla direttiva 2011/92/UE, nonché alle valutazioni pertinenti nel contesto della direttiva 2000/60/CE e della direttiva 92/43/CEE, compresa l'attuazione delle misure di mitigazione richieste. Tutte le misure individuate nel quadro della VIA devono essere integrate nel progetto e rispettate nelle fasi di costruzione, esercizio e disattivazione dell'infrastruttura

Quali sono i benefici?

Migliorare i collegamenti ferroviari del Nord Italia per:
  • spostamenti più efficaci sulla tratta Brescia-Verona-Vicenza
  • completamento della linea Liguria-Alpi per dimezzare i tempi di percorrenza di Genova-Torino e Milano-Genova
  • da 10 a 24 treni all’ora sulle tratte in prossimità del nodo di Milano (Rho-Parabiago e Pavia-Milano-Rogoredo) con il transito di treni merci lunghi fino a 750 metri
  • potenziamento della direttrice Verona-Brennero realizzando la tangenziale ferroviaria di Trento

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali