Qual è l’obiettivo dell’investimento?

L'investimento mira a potenziare la rete ferroviaria in diversi punti critici del Sud Italia, connettere porti e aeroporti, aumentare la competitività e le connessioni del sistema logistico intermodale e migliorare l’accessibilità ferroviaria di diverse aree.

Per questo investimento sono previsti ulteriori 1,55 miliardi di euro finanziati dal Piano Complementare.

Costo totale dell'investimento 936 mln
  • Giovani
  • Riduzione del divario di cittadinanza
  • Parità di genere
Dettagli aggiuntivi

Questo investimento consiste nel potenziamento di 680 chilometri di linee regionali la cui proprietà è stata trasferita a Rete Ferroviaria Italiana (RFI) o le sarà progressivamente trasferita.

  • Gli interventi sono previsti sulle seguenti linee:
    Piemonte: riqualificazione e ammodernamento della Torino Cerese-Canavesana, miglioramento della regolarità dei flussi di traffico;
  • Friuli Venezia Giulia: Ferrovia Fuc, opere infrastrutturali e tecnologiche sulla linea Udine-Cividale, miglioramento della regolarità dei flussi di traffico;
  • Umbria: Ferrovia Centrale Umbra (Fcu), interventi infrastrutturali e tecnologici;
  • Campania (Eav): Potenziamento e ammodernamento della linea Cancello-Benevento, miglioramento degli standard di sicurezza per l'esercizio ferroviario;
  • Puglia: linea Bari-Bitritto, potenziamento infrastrutturale e adeguamento a norme tecnico/normative dell'Infrastruttura Ferroviaria Nazionale. Ferrovie del Sud Est (FSE): potenziamento infrastrutturale della linea Bari-Taranto, che consentirà l'adeguamento agli standard prestazionali di RFI e alle specifiche tecniche di interoperabilità; FSE: completamento apparati Scmt/Ertms sulla rete e miglioramento delle prestazioni di traffico, ottimizzazione della capacità e miglioramento degli standard di sicurezza; Realizzazione di Hub intermodali e potenziamento di 20 stazioni per migliorare l'accessibilità delle stazioni e creare aree di scambio treno-bus, ferro-auto privata e ferro-bici;
  • Calabria: Rosarno-S. Linea Ferdinando, potenziamento delle dotazioni delle linee Rosarno e San Ferdinando per il collegamento a Gioia Tauro.

Quali sono i benefici?

Linee regionali potenziate per:
  • Migliorare i collegamenti dei piccoli centri urbani
  • Aumentare la coesione territoriale
  • Avere mezzi ecologici, all’avanguardia e sicuri
  • Diminuire i ritardi sulle tratte
  • Diminuire l'impatto ambientale dell'auto privata
  • Sostenere l'imprenditorialità, anche femminile, nelle zone meno collegate del Paese
  • Riqualificare le stazioni, spesso più propense al degrado

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali