Indietro

Potenziamento, elettrificazione e aumento della resilienza delle ferrovie nel Sud

Qual è l’obiettivo dell’investimento?

L'investimento mira a potenziare la rete ferroviaria in diversi punti critici del Sud Italia, connettere porti e aeroporti, aumentare la competitività e le connessioni del sistema logistico intermodale e migliorare l’accessibilità ferroviaria di diverse aree. 

Costo totale dell'investimento 2,40 mld
  • Riduzione del divario di cittadinanza
  • Giovani
  • Parità di genere
Dettagli aggiuntivi

Se il sistema logistico del Paese non risulta connesso con opportune infrastrutture ferroviarie, il trasporto su gomma continuerà ad essere la modalità più conveniente, soprattutto per il trasporto merci. L'investimento prevede quindi una serie di interventi che possano connettere porti e aereoporti con un potenziamento della rete ferroviaria del Paese, soprattutto nel Sud Italia. Nella fattispecie, quindi, i contratti di questo investimento riguarderanno il collegamento aeroportuale di Olbia, il collegamento portuale di Augusta, il raddoppio della linea Decimomannu-Villamassargia, la linea Bari Lamasinata, il potenziamento del collegamento Potenza-Foggia, il collegamento intermodale di Brindisi e l'elettrificazione della linea Barletta-Canosa. 

Quali sono i benefici?

Migliorare l’elettrificazione e la resistenza delle ferrovie del Sud per:
  • avere collegamenti più efficienti
  • spostarsi più facilmente
  • abbattere il più inquinante trasporto su gomma
  • ridurre i ritardi di percorrenza
  • creare posti di lavoro per le aziende del settore

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali