Qual è l’obiettivo dell’investimento?

Creare 10 hydrogen valleys, cioè aree industriali con economia in parte basata su idrogeno, per promuovere a livello locale la produzione e l'uso di H2 nell'industria e nei trasporti. Per contenere i costi verranno utilizzate aree dismesse già collegate alla rete elettrica: lì verranno installati elettrolizzatori per la produzione di idrogeno mediante sovra-generazione FER o produzione FER dedicata nell'area. 

Costo totale dell'investimento 500 mln
  • Riduzione del divario di cittadinanza
Dettagli aggiuntivi

La superficie totale delle aree industriali in Italia, nel 2011, era di circa 9.000 km2: quasi quanto l'Umbria. La maggior parte si trova in una posizione strategica per contribuire a costruire una rete diffusa di produzione e distribuzione di idrogeno alle vicine PMI. Strumenti e apparecchiature per la produzione di idrogeno grazie a FER (Fonti di Energia Rinnovabile) verranno installate soprattutto nelle aree dismesse ma già collegate alla rete elettrica. In una prima fase, il trasporto dell’idrogeno alle industrie locali avverrà su camion o su condotte esistenti in miscela con gas metano. Nella seconda fase, verranno realizzati impianti di produzione con una capacità media da 1,5 a 10 MW ciascuno.

Quali sono i benefici?

  • Promuovere l'utilizzo di idrogeno nell’industria e nel trasporto locale
  • avere una fonte di energia verde e rinnovabile
  • sfruttare gli spazi industriali inutilizzati
  • creare occupazione sia nelle aziende che si occupano della ristrutturazione degli edifici e dell'ammodernamento degli impianti, sia nelle attività previste dall’industria dell’idrogeno

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali