Qual è l’obiettivo dell’investimento?

L'obiettivo dell'investimento è sviluppare connessioni satellitari in vista della transizione digitale e verde e contribuire allo sviluppo del settore spaziale. L'investimento ha anche l'obiettivo di abilitare servizi come le comunicazioni sicure e le infrastrutture di monitoraggio per diversi settori dell'economia e, a tal fine, comprende sia upstream (servizi di lancio, produzione e gestione di satelliti e infrastrutture) sia downstream (generazione di prodotti e servizi) attività. 

Per questo investimento sono previsti ulteriori 800 milioni di euro finanziati dal Piano Complementare.

Costo totale dell'investimento 1.49 mld
  • Riduzione del divario di cittadinanza
Dettagli aggiuntivi

L'investimento prevede l'aggiudicazione delle gare e comprende quattro progetti:
Satcom, che consiste in attività a monte come la progettazione e sviluppo di tre componenti, in particolare Internet of Things basato su piccoli satelliti, una missione di comunicazione quantistica basata sugli attuali sviluppi prototipali per consentire lo sviluppo di tecnologie di telecomunicazioni fotoniche e potenziamento delle infrastrutture esistenti; attività a valle tra cui la progettazione, lo sviluppo e la gestione di un hub e piattaforme per la fornitura di servizi satcom.
Osservazione della Terra, che consiste in attività a monte tra cui la progettazione e lo sviluppo di una costellazione per il telerilevamento (Synthetic Aperture Radar - SAR) e l'approvvigionamento di lanci focalizzati sul monitoraggio di terra, mare e atmosfera; attività a valle tra cui la realizzazione nel Mezzogiorno di un incubatore di applicazioni e servizi di osservazione e la realizzazione del Progetto CyberItaly che prevede la realizzazione di una replica digitale del Paese.
Space Factory, costituito da due sottoprogetti: Space Factory 4.0, che prevede la progettazione e la costruzione di strutture di fabbricazione digitale, assemblaggio e collaudo per piccoli satelliti e l'implementazione di un sistema cyberfisico di produzione e gemellaggio digitale satellitare; Accesso allo spazio, che prevede la ricerca, sviluppo e prototipazione per la realizzazione di tecnologie verdi per la futura generazione di propulsori e lanciatori, compresa la dimostrazione in volo di tecnologie selezionate.
In-Orbit Economy, che consiste nell'implementazione di un dimostratore per le tecnologie di servizio in orbita per l'interoperabilità in orbita, l'aumento della capacità nazionale di sorveglianza e tracciamento spaziale comprendente una rete di sensori a terra per l'osservazione e il tracciamento dei detriti spaziali, la progettazione, sviluppo, commissioning di asset per l'acquisizione e gestione ed erogazione del servizio dati a supporto delle attività di Space Traffic Management.

Quali sono i benefici?

Un Piano Nazionale che include diverse linee di azione, a partire da:
  • sistemi di comunicazione satellitare SatCom all'Osservazione della Terra
  • imprese nello spazio (‘Space Factory’)
  • attività economiche relative agli oggetti in orbita (‘In-Orbit Economy’)
  • miglioramento del sistema di ricerca e sviluppo nel campo spaziale e tecnologico

Momenti fondamentali e Spesa prevista

Le tappe fondamentali