Il Piano Complementare al PNRR

Il Governo italiano, accanto alle sovvenzioni e ai fondi stanziati dall’Unione Europea, destina al piano di lavoro per la ripresa ulteriori 30,6 miliardi, un impegno tangibile per finanziare tutti i progetti ritenuti validi per la ripartenza nazionale e non coperti da sovvenzioni e prestiti del RRF (Recovery and Resilience Facility).

In un’ottica di approccio integrato, per le opere finanziate dal Piano Complementare verranno utilizzate le medesime procedure abilitanti di quelle del RRF e saranno ugualmente soggette a un attento monitoraggio.

Le linee di intervento addizionali finanziate dal Piano Complementare