Le riforme del PNRR

Per questo Piano sono previste 63 riforme

Le linee di intervento del PNRR sono accompagnate da una strategia di riforme che vogliono potenziare equità, efficienza e competitività del Paese.

Le riforme sono parte integrante del Piano perché fondamentali per l'attuazione degli interventi.

Sono previste tre tipologie di riforme: riforme orizzontali, riforme abilitanti e riforme settoriali.

Riforme

Le riforme orizzontali sono trasversali a tutte le Missioni del Piano, migliorano l'equità, l'efficienza, la competitività e il clima economico del Paese.

Riforma della Giustizia

I tempi dei processi giudiziari italiani sono spesso lunghi e la loro durata offusca il reale valore della giustizia. Una giustizia rapida e di qualità stimola la concorrenza: esiste infatti una correlazione tra giustizia ed economia. Il rilancio dell’economia del Paese dunque è legato all’approvazione di riforme e investimenti efficaci. Per questo, l’obiettivo di tutte le riforme di questo settore è la riduzione del tempo di celebrazione dei processi.

Quali sono gli interventi previsti e come verranno attuati?

Pubblica Amministrazione

Il ricambio generazionale della PA nell’ultimo decennio è stato lento e parziale. Oltre a questo, la PA deve gestire un insieme di norme e procedure articolate e complesse che si sono stratificate in modo conflittuale e che inficiano negativamente sulla crescita degli investimenti pubblici e privati. La riforma vuole semplificare le procedure di carattere organizzativo per fornire beni e servizi pubblici adeguati alle esigenze di cittadini e imprese.

Quali sono gli assi principali e come verranno attuati?

Documenti da scaricare

Per conoscere tutti i dettagli delle Riforme, scarica il Piano (PDF, 4,9Mb)